Intelligenza Artificiale: questione di vita o di morte?

Oggi molte attività umane sono supportate da algoritmi. L’Intelligenza Artificiale può costituire un'opportunità senza precedenti nello sviluppo del mondo industriale e della società civile, ma l’utilizzo incauto e non controllato può generare pericoli per la società, la democrazia e l'ordine globale? In campo medico-sanitario cosa può comportare? Bisogna affrontare questi temi nel contesto della medicina, uno dei settori più critici, dal punto di vista tecnologico, etico, giuridico e sociale.

 

Progresso

Ha ancora un senso – e quale mai – parlare di progresso? L’idea di progresso esprime qualcosa di profondo e di essenziale: una rappresentazione della storia senza la quale la nostra identità e la nostra capacità di progettare il futuro sono a rischio. E' grazie al  progresso e alla scienza che possiamo, sempre più, fronteggiare la natura e le sue catastrofi. La via del progresso non è un ritorno alla natura ma un ritorno alla scienza.

 

È disponibile la registrazione integrale dell'incontro

Scienza dei dati e impatto sociale

Il valore dei "big data" e della scienza dei dati consiste nella possibilità di prendere decisioni politiche migliori: identificare un bisogno sociale, indirizzare un intervento e misurarne l'impatto sono tutte sfide che possono beneficiare da approcci basati su dati, apprendimento automatico e Intelligenza Artificiale. Occorre riflettere sulle nuove sinergie tra università, industria e settore non-profit, oltre che sulle molte sfide che ci attendono nella generazione di valore pubblico dai dati. 

È disponibile la registrazione integrale dell'incontro

Le nuove leggi della robotica

Troppi dirigenti raccontano una storia molto semplice sul futuro del lavoro: se una macchina può fare quello che fai tu, il tuo lavoro verrà automatizzato. Un’altra storia, tuttavia, è possibile. In quasi tutti i campi della vita, i sistemi robotici e di intelligenza artificiale possono rendere il lavoro più prezioso, e non meno. La legge e la regolamentazione possono promuovere la prosperità per tutti, piuttosto che una razza a somma zero di umani contro le macchine (traduzione letterale, semplificare).

Tecnologie digitali e controllo della pandemia

La pandemia Covid-19 è una crisi complessa, che ha esposto i limiti dei nostri sistemi di risposta e ha stimolato il dialogo su dati e ruolo delle tecnologie digitali. Il tracciamento dei contatti ha illustrato la complessità degli interventi di protezione della salute pubblica, implementati attraverso dispositivi digitali personali, all'interno di un ecosistema controllato da compagnie private. Occorre esplorare le sfide all'intersezione fra salute pubblica e protezione dei dati, riflettendo su regolazione e governance, e offrendo spunti per la gestione di future crisi.

Dalle parole ai fatti, per il futuro dell’Italia

In vista del Recovery Fund arrivano sei mesi decisivi per disegnare il futuro dell'Italia nel segno dello sviluppo sostenibile. Imparare a pensare e a decidere in modo coordinato e sistemico, concependo l’innovazione e progettando la tecnologia al servizio della sostenibilità: sono i compiti non facili che si trovano di fronte gli italiani.

 

È disponibile la registrazione integrale dell'incontro

Tra Medioevo e Novecento: pensiero in dialogo con la rivoluzione digitale

Che cos’è e come può essere una realtà immateriale? Quale relazione ha uno strumento con le scelte dell’umanità? E con la verità comunicata da Dio? A partire dall’oggi e dal tema delle mutazioni sociali, culturali e filosofiche, il dialogo si snoderà tra Medioevo e tempo presente, chiedendo ai grandi del pensiero medievale di aiutarci a governare le mutazioni tecnologiche che ci portano al futuro. 

 

È disponibile la registrazione integrale dell'incontro

Fai agli altri quello che vorresti facessero a te / Do unto others as you would have them do unto you

Con il boom tecnologico globale, quando innovazione e applicazione tecnica sono entrate nella nostra vita, etica e governance dello sviluppo tecnologico sono diventate centrali, rendendo necessarie la consapevolezza scientifica e un’appropriata gestione del fenomeno. Un detto di Confucio suonava così: “Fai agli altri ciò che vorresti facessero a te”. Un principio fondamentale per il popolo cinese e la sua gestione delle relazioni umane. Una massima da estendere al controllo dello sviluppo tecnologico, per accrescere il benessere comune.